Rottweiler


rottweiler



Storia

La sua origine, comune alla maggior parte dei molossoidi, Ŕ remota e ha come progenitore il Mastino tibetano. ╚ un incrocio di antica provenienza, i suoi progenitori furono selezionati circa 2000 anni fa dai romani che incrociarono i loro pesanti mastini con i cani presenti nell'attuale Germania.
Questi cani prendevano il nome dalle diverse zone di questo Paese. Il nome di questa razza deriva infatti da quello della cittÓ di Rottweil, sul fiume Neckar, dove era molto diffuso il "cane dei macellai": un antico cane in grado di difendere la proprietÓ, fare la guardia, di trainare carretti e di eseguire tanti altri impieghi.
Di sera le strade potevano riservare brutti incontri, era perci˛ diventata abitudine mettere il ricavato della giornata di lavoro in un borsello legato al collo del cane; sicuri che il brigante di turno ci avrebbe pensato due volte prima di provare a prenderlo.
Oggi Ŕ un cane molto temuto, per colpa di persone che lo acquistano solamente per avere un cane temibile e lo addestrano in modo errato. In realtÓ il Rottweiler, pur essendo un cane predisposto alla difesa, Ŕ fondamentalmente buono e leale.
Comparsa nel 1800, la razza divenne popolare nei primi del '900 per merito di appassionati allevatori di Stoccarda.



Caratteristiche
Cane di taglia superiore alla media. Il suo corpo Ŕ ben muscoloso e leggermente allungato rispetto all’altezza. Cane compatto e molto vigoroso. ╚ una razza evocante forza, ma anche elasticitÓ e grande resistenza. Corpo molto muscoloso e di eccellente tonicitÓ. Possiede mascelle eccezionalmente forti.
Incredibile a dirsi, ma Ŕ considerato anche un ottimo cane da pista.
Una femmina di rottweiler pu˛ dare alla luce anche 12 piccoli in una cucciolata.



Carattere
Cane tranquillo, fedele con coloro che considera amici. Ha un forte istinto alla difesa del territorio e la sua reazione contro quelle che esso percepisce come minacce territoriali pu˛ essere durissima.
╚ una razza dotata di grande coraggio. ╚ considerato anche un ottimo cane per la famiglia e da compagnia. ╚ una razza interessantissima per le sue molteplici attitudini. ╚ facilmente addestrabile. Quasi tutti i soggetti sono molto dominanti. Assolutamente non bisogna mai accentuare l’aggressivitÓ di questa razza. Per quanto riguarda la salute Ŕ un cane molto rustico e robusto, che non ha problemi particolari di nessun genere. Si pu˛ benissimo tenere in casa, dove ama stare, basta che gli si assicuri un giusto esercizio fisico quotidiano.



STANDARD FCI

RottweilerAltezza:
 - maschi tra i 61 ed i 68 cm
 - femmine tra i 56 ed i 63 cm
Peso ideale:
 - maschi: 50 kg
 - femmine: 42 kg

Tronco: tronco ben muscoloso, leggermene allungato rispetto all’altezza; compatto e vigoroso, evocante forza, resistenza ed elasticitÓ. Petto largo e profondo; dorso Ŕ diritto, robusto e teso.
Testa e muso: la testa Ŕ imponente, di media lunghezza; il muso Ŕ lungo come il cranio (rapporto 1:1).
Tartufo: molto ampio, con narici ben aperte; sempre scuro.
Denti: completi nello sviluppo e nel numero. Dentatura molto forte.
Collo: robusto e asciutto, privo di giogaia.
Orecchie: sono di grandezza media, pendenti, di forma triangolare, molto distanti tra loro, attaccate alte.
Occhi: sono molto scuri, d grandezza media, a mandorla.
Arti: sono bene in appiombo, di ossatura robusta, ben muscolosi.
Spalla: con buona inclinazione.
Andatura: rapida, sciolta e disinvolta. Scattante nei movimenti.
Muscolatura: di eccellente sviluppo.
Coda: la coda robusta veniva tradizionalmente tagliata corta e portata orizzontalmente. Attualmente lo standard prevede che la coda non possa pi¨ essere amputata, ma questa regola non Ŕ seguita in tutti i Paesi.
Pelo: di lunghezza media, duro, compatto, aderente, disteso; presenza di sottopelo.
Colori ammessi: nero con focature ben delineate, di colore bruno fulvo saturo, sulle guance, sugli occhi, sul muso, sulla parte inferiore del collo, sul petto, sulla parte interna degli arti, sulla radice della coda.
Difetti pi¨ ricorrenti: prognatismo, enognatismo, appiombi irregolari, movimento scorretto, ambio, carattere aggressivo o timido, monorchidismo, criptorchidismo, mascella deviata, occhio chiaro, orecchie portate male, mancanza di premolari, tartufo depigmentato, retrotreno difettoso, piede di lepre, testa stretta, muso lungo, misure fuori standard, colori non ammessi, focature eccessive o poste in zone non previste dallo standard, angolazioni insufficienti, muscolatura insufficiente.




Bibliografia
http://it.wikipedia.org
http://www.agraria.it